PagoPA: dal 1° Gennaio 2019 adesione obbligatoria

A partire dal 1° gennaio 2019, una nota AgID (che fa riferimento al Decreto legislativo 13 dicembre 2017, n. 217, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 gennaio di quest’anno) prevede l’obbligo per i Prestatori di servizi di pagamento (PSP) di effettuare solo pagamenti che transitano per il sistema PagoPA se il beneficiario è un soggetto pubblico obbligato all’adesione al sistema.
A loro volta i soggetti pubblici obbligati all’adesione a PagoPA, se non hanno aderito a PagoPA, dal 1° gennaio 2019 non potranno più incassare in proprio attraverso l’attività di un PSP, salvo l’affidamento di tutte le loro entrate ad un riscuotitore speciale che sia già aderente a PagoPA.

Questa è un’occasione importante per le PA che vogliono innovare i servizi ai cittadini e contestualmente avere certezza degli incassi riducendo i costi e le inefficienze degli attuali processi, spesso gestiti manualmente.

Il vantaggio è dunque quello di poter fruire di un sistema di pagamento semplice, standardizzato, affidabile.
PagoPA permette di pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro tipo di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, ma anche verso altri soggetti, come le aziende a partecipazione pubblica, le scuole, le università, le ASL.
J-PPA, uno strumento che consente di interfacciare l’Ente al nodo dei pagamenti (PagoPA). Oltre al pagamento la piattaforma J-PPA permette di gestire anche le fasi di rendicontazione e di riconciliazione contabile previste dalle più recenti linee guida. J-PPA inoltre è predisposto per interfacciarsi con i partner tecnologici di terze parti come ad esempio quelli di regione Veneto (MyPay) e Toscana (IRIS).

Richiedi maggiori informazioni

Scopri di più su J-PPA

apicone

About apicone

Maggioli Spa - P.Iva 02066400405