Cosa cambia per le Pubbliche Amministrazioni Italiane dal 18 Ottobre 2018?

Dal 18 ottobre 2018 obbligatorio l’utilizzo dei mezzi di comunicazione elettronici nello svolgimento di procedure di aggiudicazione.
Cosa cambia per le Pubbliche Amministrazioni Italiane?

L’art. 22 “Regole applicabili alle comunicazioni” della direttiva comunitaria 2014/24/EU sugli appalti pubblici, introduce l’obbligo di abbandono della modalità di comunicazione cartacea tra stazioni appaltanti e imprese in tutta la fase di gara.

Comma 1: Gli Stati membri provvedono affinché tutte le comunicazioni e gli scambi di informazioni di cui alla presente direttiva, in particolare la trasmissione in via elettronica, siano eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici in conformità con quanto disposto dal presente articolo…..

Comma 3In tutte le comunicazioni, gli scambi e l’archiviazione di informazioni, le amministrazioni aggiudicatrici garantiscono che l’integrità dei dati e la riservatezza delle offerte e delle domande di partecipazione siano mantenute. Esse esaminano il contenuto delle offerte e delle domande di partecipazione soltanto dopo la scadenza del termine stabilito per la loro presentazione.”

Considerando 52I mezzi elettronici di informazione e comunicazione possono semplificare notevolmente la pubblicazione degli appalti e accrescere l’efficacia e la trasparenza delle procedure di appalto. Dovrebbero diventare la norma per la comunicazione e lo scambio di informazioni nel corso delle procedure di appalto in quanto aumentano enormemente le possibilità degli operatori economici di partecipare a procedure d’appalto nell’ambito del mercato interno. A tal fine, è opportuno introdurre l’obbligo di trasmissione di bandi e avvisi per via elettronica e l’obbligo di rendere disponibili in forma elettronica i documenti di gara nonché, trascorso un periodo di transizione di trenta mesi, l’obbligo della comunicazione integralmente elettronica, ossia la comunicazione tramite strumenti elettronici, in tutte le fasi della procedura, compresa la trasmissione di richieste di partecipazione e, in particolare, la presentazione (trasmissione per via elettronica) delle offerte”

Leggi l’articolo completo sul portale Appalti e Contratti

La soluzione Maggioli

Appalti&Contratti e-Procurement è una piattaforma composta da varie applicazioni integrate, in grado di supportare le stazioni appaltanti nella gestione informatizzata e telematica delle procedure di gara, anche attraverso l’interazione digitale con gli operatori economici.

I vantaggi della Piattaforma A&C:

  • Aggiornamento continuo all’evolversi della normativa
  • Risparmio di tempo: permette di gestire tutti gli aspetti legati all’operatività quotidiana
  • Immediata attivazione: la piattaforma è offerta in modalità SaaS (software as a service
  • A misura di Ente: il sistema è disponibile nella configurazione stazione appaltante singola o aggregata (Centrale Unica di Committenza, Soggetto Aggregatore, Stazione Unica Appaltante)
  • Personalizzazione: oltre alla configurazione standard, la piattaforma può essere adattata nella forma e nei contenuti indicati dall’Ente
  • Sicurezza: alti standard di sicurezza della piattaforma garantiscono la stazione appaltante sulla protezione delle informazioni e la segretezza delle operazioni di gara

I moduli della Piattaforma A&C

  • Procedure Ordinarie e Negoziate dematerializzate- Comunicazioni Elettroniche
  • Albo Fornitori e Professionisti
  • Mercato Elettronico
  • Comunicazioni ANAC e -e-sender GUUE
Richiedi Informazioni. CLICCA QUI!
apicone

About apicone

Maggioli Spa - P.Iva 02066400405